martedì 15 aprile 2008

La Terza Repubblica




E' nata ieri la terza Repubblica, e appaiono chiari ad una prima analisi i grossi cambiamenti che questo ha portato. Il bipartitismo si è affermato in maniera prepotente con 2 gruppi parlamentari che si spartiscono oltre l' 85% dei voti, e alla camera e al senato avremo solo 3 schieramenti rappresentati. Già solo 3 perchè, e qui veniamo al secondo cambiamento consistente, la sinistra radicale per la prima volta nella sua storia sarà solo un gruppo extraparlamentare. E nel giorno in cui la lega sancisce la sua forza, diventa il terzo partito in Italia e ottiene oltre l' 8% io inizio a preoccuparmi e a non esser molto felice di questa terza repubblica. Queste elezioni han davvero sancito la fine delle ideologie politiche? Spero di no, ma temo di si. E ora mi vien da pensare che le corna Silvio le stia facendo a noi.



Intanto due appunti, il Primo e che il nostro nuovo premier aveva promesso la lista dei ministri per l’11 aprile. Oggi siamo al 15 e l' unica cosa che abbiamo visto è Berlusconi dire che Frattini andrà agli esteri e Fini smentirlo. Chi ben inizia è a metà dell' opera...

In compenso Giuliano Ferrara, che inizialmente pensava addirittura al ministero della salute, e poi di poter superare lo sbarramento alla camera, ha ottenuto poco più di 100.000 voti (pari allo 0,3 ). Vien da dire un partito nato e abortito nell' arco di due mesi.

12 commenti:

JJ ha detto...

Grazie per il tuo passagio!

In bocca al lupo!

Enjoy,
JJ

Renata ha detto...

Analisicorretta, non astiosa. Scritta da chi - in concreto - vorrebbe vedere l'arcobaleno. Bravo caska. Questi sono i toni che aprono al dialogo. Sulla Lega, (per me che amo l'Italia tutta, dalla testa ai piedi) ho alcune riserve e punto gli occhi sui futuri sviluppi. Però mi chiedo se la Sicilia, il Trentino Alto adige hanno una loro autonomia è anche vero che ciò non ha recato disturbo.Ho messo una seggiolina sul balcone e guardo lontano. Grazie per l'ospitalità e per i toni gradevoli del conversare.

Caska ha detto...

sei sempre la benvenuta renata ;)

Ed ha detto...

Aveva anche preannunciato la Prestigiacomo, come ministro.
PS grazie per la visita e a presto.

Caska ha detto...

ho paura che la prestigiacomo sarà davvero ministro...

Generazione V ha detto...

ciao grazie per la visita...ricambiamo per il link. a presto

stellavale ha detto...

Non posso pensarci. E un Calderoli ministro?!!

LauBel ha detto...

più chiaro di così.... certo non c'è proprio da essere ottimisti, eh?

blogdellaliberta ha detto...

ha ragione.. il pezzo non l'ho scritto io.. fa uguale o insomma :)
ti linko, poi ti linko anche qui
http://enci-arcoriana.spaces.live.com/
ciao

Elia Banelli ha detto...

Sono contento per Giuliano Ferrara, questa batosta lo aiuterà a riflettere parecchio, lui stesso ha ammesso di aver sbagliato tutto.
Almeno un pizzico di sincerità l'ha avuta.
Mi dispiace anche per la sinistra ma mi auguro che questa debàcle serva a far riflettere molti suoi esponenti e che in cinque anni trovino le forze e l'abilità di riconquistare un elettorato che c'è ma è rimasto molto deluso dalle loro politiche e da certi immobilismi conservatori.

Caska ha detto...

ricambio il link blogdella libertà

@elia hai ragione, condivido che bisogna ripartire e cercare di ritrovare gli elettori delusi ;)

Ferdy ha detto...

Con i politici italiani come si può parlare di ideologie politiche! Le ideologie politiche sono morte e sepolte da tanto tempo e con il Cavaliere niente cambierà. Per parlare di ideologie ci vorranno salti di generazioni sempre che si inizi dalle scuole e non con questi insegnanti. In bocca al lupo Italia.
Visita il mio sito:www.calabriafotoweb.it Ciao da Fernando